Come puoi usare le mappe mentali per parlare l’inglese sempre meglio?

Immagina questa scena. Siamo in un’aula scolastica, il professore parla e ti spiega la sua materia (storia, geografia, matematica, qualunque sia). Si sta impegnando a farti capire quello di cui sta parlando e tu stai facendo dei disegnini e degli scarabocchi. Almeno questo è quello che può pensare chi ti osserva. Ovviamente il professore ti becca e… Come reagisce? E tu, come reagiresti, vedendomi creare delle mappe mentali?

Le mappe mentali sono diventate parte del mio stile di apprendimento. A volte le uso di più, a volte di meno. Ovviamente ci sono dei momenti in cui le posso usare e altre in cui proprio non le uso perché non sono lo strumento giusto a quella situazione di apprendimento. E tu? Le usi? E prima di tutto, sai cosa sono? Se non lo sai, ti invito a dare un’occhiata veloce a questa brevissima pagina.

Ora, presumendo che la tua risposta alla mia ultima domanda sia positiva, devi sapere che creare mappe mentali mentre ascolti qualcosa, è un modo molto attivo per acquisire e capire pienamente quello che stai ascoltando, anche e soprattutto se lo fai in lingua straniera.

Infatti, creando delle mappe mentali puoi prendere degli appunti di quello che stai ascoltando e in questo modo migliori la tua capacità di comprensione dell’ascolto.

Ma puoi andare anche oltre, perché puoi usare le mappe mentali anche per produrre attivamente la lingua, per parlare l’inglese sempre meglio, o qualsiasi altra lingua che tu stia imparando adesso.

Nell’ultimo mese mi sono diverto a creare diverse mappe mentali.

Alcune le ho create dal vivo mentre prendevo appunti a un evento chiamato Hospitality rest@rt. E quelle che puoi vedere adesso sono quelle che ho creato dal vivo.

Spotty

Nonostante alcune persone siano rimaste sorprese, ritenendole addirittura spettacolari, per me sono dei semplici scarabocchi, che però mi hanno permesso di capire pienamente quello di cui i relatori stavano parlando. Ricorda che le mappe mentali non devono essere un capolavoro, non devi essere un artista per crearle… L’importante è farle!

travelappeal

Blastness

Serenissima

 

Creare mappe dal vivo, in tempo reale, può essere difficile, qualche volta mi riesce, qualche volta no, ma se usi internet, e segui qualche corso in video, hai un vantaggio in più perché puoi ascoltare, mettere in pausa e creare la tua mappa mentale. Queste invece sono  quelle che ho creato di recente, mentre seguivo un corso sullo storytelling (Intro to storytelling di Kevin Allison).

Story-structure-fl

dawns1l

E’ stato un corso davvero molto interessante, che mi ha insegnato molto e che mi sono divertito a mappare. Ovviamente, qui ho avuto la possibilità di mettere il video in pausa e di aggiungere qualche tocco in più.

Ma andiamo nello specifico.

MAPPE MENTALI E LINGUE STRANIERE

Puoi usarle in diversi modi.

Se stai appena cominciando a imparare una lingua, puoi usarle per creare associazioni tra parole, sopratutto per parole che sono adatte ad essere categorizzate. Pensa ad esempio al vocabolario relativo al ristorante. Puoi partire dal centro, disegnando il tuo ristorante preferito e poi far partire i rami principali (starters, main courses, desserts, ad esempio) e poi da ogni ramo principale puoi far partire i sottorami relativi.

Se hai già raggiunto il livello intermedio hai almeno tre diverse possibilità (o anche di più se te ne vengono in  mente altre).

1) Puoi crearne una mentre ricevi l’input, cioè ascolti qualcosa di nuovo e interessante. E in questo modo ti impegni attivamente a capire quello che stai ascoltando, fai dei disegni, scrivi delle parole chiave, usi i colori per attivare la tua parte creativa. In questo modo, oltre che ad essere coinvolto attivamente, hai la possibilità di acquisire indirettamente le parole ed espressioni utilizzate nell’audio che ascolti.

2) Una volta che hai creato la mappa, puoi parlare a voce alta mentre riguardi la mappa. Io l’ho fatto per i miei studenti d’italiano in questo video, mentre raccontavo la storia della servitrice brutta.

3) Se conosci bene il testo o l’audio che hai ascoltato prima o la mappa mentale che hai creato in precedenza, puoi parlare a voce alta, nella lingua che stai imparando, mentre stai disegnando la mappa stessa. Questo è un esercizio abbastanza complesso – una piccola grande sfida – che ti aiuta ad essere coinvolto con tutti i tuoi sensi, perché tu stai scrivendo, stai parlando, stai ascoltando anche la tua voce e stai vedendo ciò che stai creando.

Il professore può sgridarti e dirti di smettere di fare i tuoi disegnini, le tue mappe mentali (cosa che mi è realmente successa ad un corso di formazione che ho seguito un paio d’anni fa).

Oppure, se capisce che quello che stai facendo ti aiuta ad assorbire anche ad un livello profondo quello che lui vuole insegnarti, può essere felice per quello che stai facendo.

Io lo sarei.

-Antonio

P.s.: Se tutto questo non ti sembra facile, allora forse sei nella stessa situazione di Francesca.

P.s.2: Buona Pasqua a tutti!

P.s.3: Se questo articolo ti piace, condividilo con chi ti sta a cuore! E se ti va di vedermi in video, sono qui (il video è in italiano e sono disponibili i sottotitoli in italiano e in inglese):

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Usare al meglio il corso e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Come puoi usare le mappe mentali per parlare l’inglese sempre meglio?

  1. Pingback: Come puoi usare le mappe mentali per parlare l&...

  2. Pingback: Una storia, tante storie al Polyglot Gathering 2016 | Awaken your English! Risveglia il tuo inglese! Allena mentalmente il tuo inglese ora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...