Affronta una sfida per parlare meglio in inglese!

Quante persone ci sono in Italia che parlino un inglese comprensibile e operativo che permetta di raggiungere l’obiettivo comunicativo che si prefiggono? Per intenderci non parlo di un inglese perfetto, ma non parlo nemmeno di quello che parlano alcuni famosi politici italiani nei video che sono andati virali su internet. Non so quante siano…

Quello che so è che parlare l’inglese ad un ottimo livello operativo è possibile – e lo è anche per te! – se hai una buona motivazione intrinseca (quella che viene da dentro di te) e ci metti costanza anche se per solo poco tempo al giorno.

Perché comincio questo post con queste riflessioni?

Perché un po’ di tempo fa ho ricevuto un’email in cui mi è stato chiesto se Awaken your English funziona

Di certo io non sono la persona più indicata per rispondere a questa domanda, essendo di parte, dopotutto l’ho creato io e credo che siano poche le persone che parlino male della propria creatura (come cantava il compianto Pino Daniele,”ogni scarrafone è bello a mamma soi“), perciò tenendo in mente che io sono l’autore del libro, ti voglio guidare in una storia immaginaria… che comincia qui di seguito e che puoi leggere fino alla fine per scoprire qualcosa di importante anche per te.

Non so perché stai leggendo queste righe, posso immaginare che tu abbia una ragione (o più ragioni) per cui vuoi parlare l’inglese molto bene (ho già scritto a tale proposito ampiamente nei primi post su questo blog). Le tue ragioni potrebbero essere generiche, come per esempio il fatto che imparare una lingua straniera ti apra molte porte per migliorare nella vita. Ma immagina che, per puro caso, ti si presenti una grande e specifica sfida e che tu abbia quindi una ragione concreta per parlare l’inglese molto bene.

Nonostante tu non creda di parlare l’inglese al livello adatto, ti viene chiesto di accompagnare tra quattro mesi una ventina di australiani – che sanno dire solo “buon giorno” in italiano – e tradurre in inglese tutto quello che gli viene detto nella lingua del posto (che è la tua lingua, fortunatamente)! In sostanza ti viene chiesto di fare l’interprete! Immagina di poter fare, grazie a questa proposta, una vacanza-avventura di tre giorni e che tutto sia spesato. Se vuoi puoi anche immaginare che ti vengano dati dei soldi per fare questo “lavoro”.

Come reagiresti a questa proposta, sapendo già in partenza che hai quattro mesi per prepararti all’evento?

Be’, presupponendo che tu abbia già familiarità con la lingua inglese, ma che forse sei arrugginito (arrugginita) e non la parli poi così bene, forse la tua prima reazione potrebbe essere quella di rifiutare questa allettante offerta, perché non ti senti in grado, perché in quel periodo hai altri impegni, oppure per un miliardo di altre ragioni… o SCUSE???

Poi, ripensandoci, ti rendi conto che dopotutto hai ben quattro mesi per prepararti, perciò magari ce la puoi fare. Cosa potrebbe succedere dopotutto a parte una clamorosa brutta figura se non riuscissi a svolgere bene il tuo compito? Credo che nonostante tutte le più terribili conseguenze che tu possa immaginare, comunque vada sarai ancora vivo (viva) per rialzarti, imparare dall’esperienza e migliorare ancora!

accettare-sfida-inglese

Perciò alla fine, magari ti prendi il rischio, accetti la sfida e decidi di prepararti a modo tuo, intraprendendo il tuo personalissimo percorso. E magari, dato che sei su questo blog, forse fai alcune delle cose che ti suggerisco…

1) Studi il libro e il cd allegato di “Getting around. English for tour guiding” di Max Rover e Paola Gherardelli, un pochino al giorno… dopotutto gli australiani sono dei turisti e dovrai essere in grado di affrontare delle situazioni analoghe a quelle spiegate in quel libro.

tourguiding2) Studi il vocabolario inglese che presumibilmente potresti usare in quei tre giorni (grazie a internet sarà facilissimo scovare le parole ed espressioni che ti potranno essere utili!)
3) metti in pratica il libro Awaken Your English… facendo qawakenyourenglish1uanto suggerito nell’introduzione… e prendendo a modello un interprete trovato su youtube (ti ricordi la lezione “impara dai migliori“?)
4) ascolti tanto inglese interessante a velocità tripla... questo ti preparerà a capire gli australiani in modo naturale (infatti se per te è normale ascoltare tutto a velocità tripla, quando ascolterai delle persone parlare a velocità normale ti sembrerà che parlino lentissimamente! Prova a farlo per verificare)
5) fai tanto shadowing integrato con brain gym (non lo fare in pubblico, o ti prenderanno per matto o matta:-)
6) magari leggi, ascolti, fai shadowing anche con le storie tratte dal libro “Don’t learn English, Smile” delle English sisters, perché parlare una lingua è anche e soprattutto un’attività inconscia e quel libro parla davvero al tuo inconscio!copj170.asp
7) chiacchieri con qualcuno in inglese liberamente sentendoti sempre più a tuo agio.

A questo punto ci sono due possibili finali alla storia immaginaria…Quale dei due preferisci?

A) Il primo è quello in cui fai una pessima figura perché non riesci a tradurre quello che ti viene detto dall’italiano all’inglese… E questo significa che probabilmente non hai sfruttato al meglio il tempo che avevi per prepararti anche psicologicamente all’evento!

B) Ma c’è un altro finale possibile. Quello positivo in cui ti fai tre giorni di vacanza, chiacchierando in inglese e quindi vivendo la lingua (finalmente!), mangiando anche del cibo delizioso e dormendo in un bell’agriturismo in montagna…

Per fare realizzare quest’ultimo finale, presumo che tu abbia praticato costantemente per almeno mezz’ora al giorno molti dei punti che ti ho presentato nella lista precedente, perché altrimenti è molto difficile che sia successo anche quello che puoi leggere di seguito.

Hai trascorso tre giorni a visitare dei posti che, nonostante siano a poche ore di macchina da te, forse non avresti mai visitato. Hai mangiato dei i piatti tipici che non conoscevi, hai dormito in una bella camera comoda e pulita, ti sei divertito a chiacchierare con un sacco di simpatici australiani e sei stato spontaneo (sei stata spontanea) e naturale!

Forse è anche successo che una sera il più simpatico di loro (anche il più italo-australiano di tutti, quello che sapeva qualcosina d’italiano) abbia chiesto il tuo aiuto per fare una cosa diversa da quello che avevi fatto fino ad allora… tradurre dall’inglese all’italiano in modo che anche gli italiani potessero capire ciò che stava per dire. Solo che a un certo punto lui ha cominciato a pronunciare delle frasi con parti in italiano e parti in inglese;-) E tu automaticamente, senza pensarci più di tanto, hai tradotto le parti inglesi in italiano e quelle italiane in inglese. Che risate che vi siete fatti!

Ora hai scoperto il finale positivo… che è quello che viene in mente a me, che scrivo queste righe… ma rifletti un momento su quello che sto per chiederti.

Quale potrebbe essere una sfida concreta per te? E quale potrebbe essere il tuo finale positivo? Quali passi farai per raggiungerlo? Tante domande, lo so, ma sono solo per aiutarti a realizzare il tuo sogno in cui parlare l’inglese molto bene non è altro che un importante mezzo per realizzarlo!

Per concludere questo lungo post, se mi chiedi se Awaken Your English funziona, ti dico che funziona, ma non bastaci devi mettere del tuo in base al tuo obiettivo concreto.

In ogni caso ecco quello che ho risposto a quell’email di cui ti ho parlato all’inizio di questo post (scommetto che l’avevi dimenticata!)…

Buongiorno Maria (nome di fantasia),

Leggi bene l’introduzione… c’è il metodo che consiglio io di seguire!

Se prometti di dedicarci un mesetto a finire il libro e a dedicarci minimo
10 minuti al giorno (senza esagerare), funziona!!!

Ad esempio puoi procedere così:

Il primo giorno potresti trovare un po’ di tempo per te (spegni il telefonino se puoi!) e leggere l’introduzione al metodo (magari in inglese anche ascoltandolo se vuoi)

Rispondi esplicitamente alle domanda: perchè vuoi parlare l’inglese molto
bene?

Poi ascolta (ad occhi chiusi) la versione bilingue della prima lezione
(MAKE a DECISION!) e ti fermi lì. Nota le tue sensazioni.

Il secondo giorno ascolti lo stesso audio mentre leggi il testo (forse ti
servono due dispositivi per farlo o forse puoi mettere l’audio in background
nel tuo ipad o tablet).. e magari evidenzi (o trascrivi) le parole più interessanti
per te!

Il terzo giorno puoi riascoltare ad occhi chiusi la sola versione inglese…

Il quarto giorno se vuoi riascolta una versione a scelta tua e rispondi alle
domande alla fine della lezione… più veloce che puoi!

Il quinto giorno, leggi a voce alta in coro con l’audio.

Il sesto giorno crea una tua mappa mentale, magari ispirandoti a quella
fatta da me.

Il settimo giorno copia il testo della lezione solo inglese se ti va e
notane le particolarità!

L’ottavo giorno puoi leggere la sezione “Il tuo coach personale” in inglese
o in italiano (magari ascoltandolo)

Procedendo così, avrai bisogno di un massimo di 20 minuti al giorno e ci
metterai 40 giorni a finire tutte le 5 lezioni del corso. Minimo una
settimana a lezione!

Se vuoi poi, leggiti e ascoltati il capitolo: La scienza dietro il metodo
(in inglese oin italiano, oppure tutte e due le versioni!)

Ricorda che poco e spesso è meglio di tanto e tutto in una volta.

Un caro saluto e fammi sapere se ti ho aiutata! E magari tra 40 giorni, mi
dirai quanto ha funzionato per te e come parli l’inglese!

P.s.: Se hai usato il libro come suggerito, mi puoi raccontare la tua esperienza?

P.s.2: Chissà perché mi sembra molto familiare la storia della ventina di australiani… magari sembrerà familiare anche a C. e a T. 😉

-Antonio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Consigli e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Affronta una sfida per parlare meglio in inglese!

  1. Pingback: Affronta una sfida per parlare meglio in ingles...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...